Pioggia Radioattiva e luci al NeoN

Essere consapevole che c’è è un bel problema non essendo in grado di leggere tra le pieghe dei minuti e tra le sfaccettature delle emozioni, provoca straniamento ed incazzatura.
Zapping e capitare su Food Factory (aberrazione televisiva apice della mal nutrizione industriale): ecco. I calderoni simili a betoniere di prodotti che nulla hanno a che fare con l’alimentazione dell’essere umano….tanto mi ricordano il calderone di stati d’animo che mi perseguitano come la pioggia battente di questi giorni. Ricolmo di veleni — per il corpo — per la mente —
Potrei esserne fiero perché in fondo significa che ‘sei un essere umano e non un robot insensibile‘ :: invece NO. Non lo sono affatto. Di cosa precisamente si deve essere fieri nell’attraversare quotidianamente tempeste che provocano solo sfinimento e stanchezza? La prospettiva che, oltre la cortina delle emozioni, alberga la tranquillità? La consapevolezza d’aver vissuto? Vissuto cosa di preciso? Probabilmente un delirio masturbatorio e masochistico.
Domande.
Sono un registratore: analizzo, setaccio, cerco di comprendere. Puntualmente, non comprendo. Nel frattempo strati e strati di merda emozionale m’attraversano come spettri fangosi con il solo desiderio di distruggere e spegnere la fiamma. Come la pioggia battente di questi giorni.
Il clima è strano: switch meteo sole_bruciante_pioggia_battente_sole_bruciante_pioggia_battente ::: e rimane solo confusione al passaggio del vento. I capelli disordinati, le foglie cadenti impastate sul suolo umidiccio e puzzolente. Perché la polvere bagnata ha un odore da schifo, come da schifo odora questa finestra di vita :: Vita. Parola collegata ad un concetto di mortalità che implica l’affannarsi a trovarne un significato. Pur non volendo è un neon sempre acceso, là in fondo alle scale. E non v’è interruttore per spegnerlo. La ricerca-il significato-il Sapere cosa c’è.
Cosa c’è. Quesiti, supposizioni, dubbi. Dubbi: cancro dell’anima-metastasi della mente. Ed il turbinio non cessa in mezzo alla polvere ed alla ruggine.
La pioggia è ancora battente. La luce al neon verde sempre fissa.
Tutto là-nel fondo.
****

[Bkg track: Radioactive – Imagine Dragons]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.