The Vector

Io sono l’unica verità per me stesso. Sono il prometeo del mio fuoco e la via alla mia redenzione. Null’altro mi può scalfire se non la mia stessa materia. Nessun’altro può ferirmi se non il mio stesso ego. Veleggio sopra i mortali senza remore ed aspergo il mio buio fino ai limiti dell’entropia organica. Toccatemi e ne verrete contaminati. Assaggiatemi e farete parte del mio viaggio. Scostatemi se non volete essere colpiti dalla mia temporanea furia. La mia energia è un vettore alcolico senza meta, la mia rabbia un ferro stigmatico privo di bruciature. Instillato nelle membrane elettroniche dei miei circuiti coscienziali e delle mie paure ancestrali. Cosa chiedere di più se non l’Incubo eterno? Il mio turbine è già tutt’uno con esso.

Adieu, mon amour. Il est temp pour fermer les yeux.

[Bkg track: Filter & The Cristal Method – Trip like I do]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.