HungeR

“You are the hunger of the heart”

Un impulso statico e pur distorsione complessa nel rapporto umano macchina.
Mentre attraverso questo deserto di particelle senza vita, comprendo i segreti delle policy applicate all’attuale.
Sono restrizioni implantate ed inamovibili, castelli d’aria rarefatta in un liquido amniotico privo di densità.
Non è possibile raggiungere o modificare, ma solo subire. E l’arrivo dei supplizianti è solo benedizione caduta dal cielo tetro.
Lacera la mia carne: Calpesta il mio sesso: Spilla il mio sangue: Scava a fondo!

..dentro me tu non vedrai mai..

“No more words erasing my head”

Hunger

©2008 =darkclub

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.