Sample 1 [The Eternals]

Il comando bionico dell’apparato ‘anima’ era compromesso. I ricordi frammentati, dispersi al vento solare. Inceneriti. Le supposizioni non avevavo valore e le gambe da cavallo del ragazzo onirico scalciavano ancora forte nelle sue viscere. Essere nella testa di dio ____ essere la testa di dio ____ poteva assumere sfumature grottesche quando non più anestetizzate dall’euphoria.
Aveva viaggiato, di un trip galattico, lungo quanto la via lattea e profondo come un buco nero.
[Presente quelle dosi di mescalina da elefante?]
L’elefante ora era plastica indurita. La sua mente in down ed il fallout chimico da trentamegatoni cerebrali si allungava come coda di serpente tra le sue sinapsi.
E l’apparato anima appariva compromesso. Nel viaggio _ovunque_ [ergo in alcun posto] alcuni tasselli erano scomparsi. Difficile individuarne la posizione esatta: la ricerca andava condotta in più piani dimensionali. Troppe incongruenze, troppe variabili.
[Presente la sensazione dovuta al pompaggio d’alcool direttamente dentro l’aorta?]

L’aorta era ormai un lontano ricordo. Vissuto solamente di riflesso in simulazioni sintetiche… neanche troppo accurate, a dirla tutta. Era ironico che lui, ora digitale e cibernetico, fosse _costretto_ a simulare l’antica umanità pur di sopravvivere all’incipiente demoralizzazione dell’anima olografica. La vecchia malattia come medicina salvifica della sua attuale condizione.
Non l’accettava. In nessun modo ed in alcun aspetto. Quale fosse la prospettiva d’osservazione il risultato era univoco: errore.
Di fondo. Persistente.


Falling to Eternity by ~EltonFernandes on deviantART

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.