Realtà II

Ecco il momento per l’operazione tabula rasa. Ok, sono in fase decostruttiva-distruttiva. Il mio bambino viziato sogna: d’essere carnefice e torturatore. Senza importanza per la vittima perchè, in quanto tale, è un mero mezzo di divertimento. Un passatempo lussurioso e privo di vita già prima della morte stessa.
Allora, adesso, vittima e carnefice coesistono. Ed il mio bambino viziato comincia ad amputare pezzi d’animo. Con preferenza masochistica ed attenzione d’autista mai cresciuto.
A breve ne morirà. Il mio nome è un bassorilievo su marmo grigio.
E son CAZZI; ovviamente per me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.