Non brilla… se non nell’ombra.

Assalto frontale al regno dei cieli.
Tutti i miei angeli saranno prigionieri dei demoni che mi perseguitano giornalmente.
Tutti i miei resti saranno banchetto per l’incarnazione della mia stoltezza.
E mani in bocca a succhiar sangue e gustare viscose metanfetamine. Sintesi.
In ogni ora; in ogni processo. Colei che chiamavo amore è il ricordo d’un simulacro infranto.
(A morte!) Cosicchè nessun mondo possa roteare se non nella mia orbita.
Ecco il termine dei pensieri. L’euforia richiama.
[Bkg track: Protoculture – Euphoric Recall]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.