Il Buio

Socchiuse gli occhi alla ricerca di libertà ed ispirazione; mosse le palpebre di qualche millimetro, galleggiando sull’onda del flusso sinaptico. Il blocco emotivo era ancora presente. Stampigliato a fuoco nelle viscere della sua anima. Pietra incandescente di silicio liquido e dolore ramificato. Tutte le sensazioni vitali ne erano aviluppate. Strangolate. Corrotte. Nessuna via di scampo e nessuna scusa ammissibile. Ritenersi responsabile della sua stessa disfatta era l’unica giusta, logica, corretta, [ammissibile] conclusione. Mosse le palpebre di qualche millimetro ancora; nella speranzosa ricerca d’un anfratto illuminato.

Tra il Buio e lui, ormai, non v’era più niente.
Non v’era più Nessuno.

[Venite miei Demoni, l’ora del pranzo è scoccata]


darkness by ~alexkatana on deviantART

Un commento su “Il Buio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.